Rick Ross vince la causa per plagio

Rick Ross non è più accusato di plagio da Freeway Ricky Ross. Nella causa intentata dall’uomo si accusava il rapper (vero nome William Leonard Roberts II) di aver violato i diritti sulla proprietà intellettuale di Freeway Ricky usando il nome di quest’ultimo per vendere la sua musica. Il querelante accusava Ross anche di utilizzare la sua immagine di ex boss della cocaina nella metà anni ’80 per costruire il suo personaggio. Il giudice ha così sentenziato: “In supporto alle dichiarazioni del querelante in tema di diritto sul suo nome ben noto nel commercio di droga, i fatti e gli argomenti portati a questa Corte, di fatto distruggono ogni possibilità di deposito del marchio e pertanto non riteniamo che l’imputato abbia violato alcun diritto sul nome”. Nel maggio del 2010, “Freeway” Ricky Ross aveva annunciato una causa da 10 milioni di dollari contro Rick Ross e il suo discografico Jay-Z, per aver illegalmente tratto profitto grazie all’utilizzo del suo nome. Ora l’uomo ha 30 giorni per ricorrere in appello anche se è improbabile che la decisione del giudice possa assumere sfumature diverse. L’ex trafficante di droga aveva già tentato invano di bloccare l’uscita dell’ultimo album dell’artista “Teflon don”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.