Cesena – Da hit il male di Fabri Fibra

CESENA – La protesta di Fabri Fibra conquista la hit parade e diventa il simbolo per tanti fan che vedono nel rapper di Senigallia, un portavoce del proprio malessere. ”Io sfogo il mio malessere e chi si ritrova nel mio malessere ascolta la mia musica. Se non capisci il mio malessere ascolta altro”, ha detto il rapper più volte. Ed è proprio per cantare questo ‘malessere’ che ieri Fibra è salito sul palco di ”Woodstock 5 stelle”, la due giorni di Cesena organizzata da Beppe Grillo.

Il nuovo album ”Controcultura”, sesto di Fabri Fibra, al top delle classifiche Fimi-GfK degli album più venduti e composto da diciotto brani inediti, non risparmia nessuno. Tra le ‘vittime’, Marco Mengoni, Marco Carta (”gay non dichiarato, ma cosa c’è poi da dichiarare?”), Laura Chiatti, Fabio Fazio, il mondo dello spettacolo e soprattutto della tv con i suoi reality, talent show, “Striscia la notizia” e “La pupa e il secchione”.

La biografia
Fabrizio Tarducci, in arte Fabri Fibra, nasce nel 1976 a Senigallia. Caratteristico è il suo cambiare tonalità di voce (che si può notare specialmente nell’album ”Mr. Simpatia”) nei brani e nei freestyle. Nel 1995 registra il primo demo eun anno più tardi si unisce al DJ e beatmaker Lato, realizzando ”Del mare quest’el gruv”, seguito da ”Il rapimento del Vulpla”’ (1997) in cui si unisce alla coppia anche l’MC Shezan Il Ragio. Il trio prende il nome di Qustodi Del Tempo.

Nel ’99 Fabri Fibra e Lato pubblicano l’LP ”Sindrome Di Fine Millennio, sotto il nome di Uomini Di Mare, con collaborazioni di El Presidente (conosciuto anche come Esa), Seca Sek, Inoki, Joe Cassano, e il fratello Nesly Rice. Nel 2002 pubblica a suo nome ”Turbe giovanili” (2002), costruito su basi prodotte da Neffa. Oltre all’attività da solista, Fibra continua a incidere con gli Uomini di Mare. Nel 2004 esce ”Mr. simpatia”, realizzato a casa con la collaborazione di suo fratello Nesli.

Due anni dopo il grande salto: Fibra firma un contratto con la major Universal che pubblica ”Tradimento”, che diventa un successo grazie anche al singolo “Applausi per Fibra”. Nel 2007 è la volta di ”Bugiardo”, ristampato un anno dopo con materiale extra come ”Bugiardo 2”: il disco contiene anche una collaborazione con Gianna Nannini. Nel 2009 è la volta di ”Chi vuol essere fabri fibra?”, cd/dvd con dieci nuovi brani che fanno da colonna sonora ad un film che racconta la vita del rapper tra concerti e studio. Nel disco spicca la rielaborazione di un brano dei Tiromancino nel primo singolo “Incomprensioni”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.